lunedì 18 novembre 2013

Pandolce alla zucca

Io non amo la zucca. In nessun modo. Ma la versione dolce mi stuzzicava. Ed ho pensato bene! Se vi piace potete aggiungere una manciata di uvetta o gocce di cioccolato. Buono per essere spalmato ma anche da gustare da solo. Un pandolce ha tutto il colore e il profumo dell'autunno!

Ingredienti

500 gr di farina manitoba

100 gr di zucchero
300 gr di zucca
50 gr di burro fuso
150 ml di latte tiepido
un pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
10 gr di lievito di birra
1 uovo+poco latte per spennellare
granella di zucchero q.b.


Private la zucca dei semi e dei filamenti e poi della buccia; tagliatela a tocchetti e mettetela su una teglia rivestita con carta da forno. Fatela ammorbidire in forno preriscaldato a 170° per circa 20-30 minuti, poi schiacciatela con la forchetta o, ancora meglio, frullatela fino ad ottenere una purea. Fatela raffreddare. Intanto sciogliete il lievito con l'acqua tiepida e lo zucchero e versatelo nella ciotola nella quale avrete messo la farina e il pizzico di sale. Impastate unendo il burro fuso, l'estratto di vaniglia e la purea di zucca. Lavorate energicamente l'impasto per 10 minuti; formate una palla compatta e mettetela a lievitare per circa 3 ore coprendo con la pellicola. Rompete la lievitazione lavorando l'impasto con le mani. Stendete la pasta con il mattarello fino a formare un rettangolo spesso 1 cm e lungo della lunghezza del vostro stampo da plumcake e largo 20-25 cm. Arrotolate il rettangolo su se stesso, partendo dal lato lungo e tagliatelo in 8 pezzi, ricavando delle roselline. Disponetele  nello stampo da plumcake avendo cura di rivolgere la parte liscia verso l'alto e di alternarle, lasciando degli spazi vuoti tra l'una e l'altra, facendole aderire bene. Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume. Spennellate delicatamente la superficie con l'uovo sbattuto diluito con un po' di latte, cospargete con la granella di zucchero e cuocete in forno preriscaldato a 175° per circa 35-40 minuti. 


Colgo l'occasione per congratularmi con l'Araba più famosa del web e farle gli auguri per i 4 anni del suo meraviglioso blog. E siccome sono una fan accanita delle sue ricette, partecipo al suo giveawayNo, non è un blog di cucina tradizionale. Dimenticate lunghi ed estenuanti procedimenti, dimenticate pure ingredienti strani e introvabili. Le sue ricette sono "furbissime" (l'ho imparato proprio da lei questo termine), le più sfiziose e le più inusuali. Con pochissimi ingredienti, anche due talvolta, riesce a fare delle delizie. Che causano dipendenza. Ne ho provate di svariate ricette (tutte buone e riuscitissime) e tra queste non posso più fare a meno delle mini-Oreo cheesecake!
Il tutto è incorniciato da usi e costumi del Paese in cui vive, l'Arabia Saudita, che, quanto a diritto umani e condizione femminile, è lontanissimo dagli standard di noi occidentali. Che a me sembrano pure cose impossibili: non poter guidare o andare in bicicletta, uscire rigorosamente solo se accompagnate, andare al mare praticamente vestite... Insomma, la strada è davvero lunga e impervia in un paese fortemente imperniato sulla religione islamica. 

7 commenti:

  1. Ti ringrazio, in bocca al lupo! ^_^

    RispondiElimina
  2. Bellissimo il tuo pandolce...felice settimana!

    RispondiElimina
  3. Inés , è un magnifico pandolce! io amo molto la zucca, al contrario di te, e lo preparerò sicuramente, grazie!

    RispondiElimina
  4. Mmmmmm che buono!!!!!! Adoro il pane di zucca!!!!!

    RispondiElimina
  5. Che dolce fantastico! Posso prepararlo per regalarlo a Natale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! :) Messo in un bel vassoio con una bella confezione natalizia non può che fare la sua figura! L'importante è conservarlo bene.

      Elimina
  6. bella idea quella di aggiungere la zucca, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

inizio pagina